Sta caricando

Digita per cercare

C'è chi dice NO

La produzione automobilistica, pietra angolare del sistema consumistico !

amadeusQdV 24 febbraio 2018
Condividi

la principale responsabile della morte di uomini, della distruzione di vita e di beni nella madre-terra,  e di altissimi costi ;

Photo Credit: Designlazy.com

Per incidenti stradali 1,300,000 morti  50,000,000 feriti (esclusi invalidi) l”anno – 3600 morti al giorno – fonte OMS 2011;  In Italia picco massimo  11,078 morti nel 1972 e minimo 4,090 nel 2010  feriti  picco massimo 11,300 nel 2003 e minimo 9,300 nel 2010  a ROMA primato nazionale – fonte  ACI.
Per inquinamento automobilistico 1,340,000 morti; In Italia poco più delle cifre per incidenti stradali, a Milano  primato nazionale  – fonte  OMS .
Patologie per sedentarietà automobilistica, danneggiamento del  patrimonio storico-artistico, drastica privazione della libertà di movimento per i più deboli, bambini, anziani, handicappati,  abnorme occupazione di suolo per circolazione ed attività correlate (stazioni di servizio etc.).Enormi costi per  acquisto e  mantenimento auto (benzina, tasse, assicurazione etc..).
Immenso consumo di territorio per circolazione e servizi collegati (tolto alle persone, al verde ed in generale a madre-terra);
Città d’arte ridotte ad infrastrutture per auto.

Effetti collaterali delle guerre per i carburanti delle nostre auto

Effetti collaterali per estrazione, lavorazione e trasporto di petrolio

E  intanto ci continuano a tempestare di pubblicità automobilistica (costosissima) e lo stato  continua a dare incentivi e rottamazioni!!

Photo Credit: Designlazy.com

E  tutti felici che  il PIL italiano sta salendo proprio per l’industria automobilistica!?!

Photo Credit: Designlazy.com

Autovetture da uno a tre tonnellate per trasportare persone di 70 kg con motori a scoppio di bassissimo rendimento;
Anche quelle a motore elettrico utilizzano energia prodotta nelle centrali a petrolio, carbone e gas.
Una situazione tragicomica!  Il trasporto di massa con questi rumorosi trabiccoli non è compatibile con un minimo di buonsenso ed intelligenza!  Come nel Titanic, ci avviamo verso la fine allietati dalla frizzante musichetta  consumistica !!!

Photo Credit: Designlazy.com

Per tornare alla pagina iniziale del sito clicca  qui  HOME  (o sulla barra dei menu HOME in alto) oppure osserva la finestra sottostante dove saranno presentati tutti gli articoli e clicca sull’articolo desiderato (passando il mouse sopra l’immagine senza cliccare vedrai il titolo dell’articolo e puoi anche usare le freccette laterali della finestra per gestire manualmente la sequenza).
Tags:

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *